04

Il metodo a 4 fasi di Omura

La soluzione per l’innovazione digitale alla portata delle PMI italiane

Partiamo dalle cose semplici.

Anche il più semplice dei nostri atti quotidiani coinvolge numerose dimensioni cognitive.
Ogni volta che parti al mattino con la tua automobile, ne metti in azione soprattutto quattro:

  • hai in mente (sai) dove vuoi andare e perché
  • hai in mente (sai) quali sono le poche semplici operazioni per mettere in moto l’automobile e sai cosa vogliono dirti le informazioni che compaiono sul cruscotto
  • dai per presupposto che la macchina abbia il serbatoio pieno e il motore in ordine, che meccanica e rifornimenti dell’automobile siano a posto e che abbia passato l’ultima revisione
  • sei sicuro (sai), anche senza aver fatto ogni volta un check up, di essere nelle condizioni fisiche per guidare l’automobile

Inoltre, magari ti sei reso conto che di notte è caduta la brina e che la strada è meno sicura del solito e decidi di usare prudenza. Oppure, sai che all’arrivo troverai delle persone che desideri incontrare o una situazione piacevole e guidi in maniera meno preoccupata.

Arrivare o meno a destinazione dipende da ciascuno di questi quattro aspetti. 

Il successo o il fallimento di questa minuscola impresa di viaggio dipende dal presentarsi o meno di problemi in ognuna di queste quattro dimensioni e dalla capacità o meno di risolverli. Prova a pensarci:

  • se hai trovato la strada interrotta, devi sapere se ci sono percorsi alternativi; altrimenti, sei costretto a fermarti (conoscenza del percorso);
  • se c’è una spia rossa accesa sul cruscotto, devi sapere cosa significa; altrimenti, dopo un po’ sei costretto a fermarti (conoscenza dei dati);
  • se c’è neve per strada, devi sapere se la tua automobile ha pneumatici adatti alla stagione; altrimenti, sei costretto a fermarti (conoscenza dello strumento tecnologico);
  • in caso di condizioni fisiche non ottimali, devi sapere se c’è qualcuno che può guidare al posto tuo; altrimenti, purtroppo, sei costretto a fermarti (conoscenza delle risorse umane).

Guidare un’impresa sulla strada del successo sembra un’operazione radicalmente diversa. Tuttavia, la nostra esperienza in OMURA ci ha insegnato che anche in questo caso le macro aree da dominare sono assolutamente analoghe:

  • devo conoscere gli obiettivi generali e, soprattutto, la finalità complessiva della mia organizzazione (dove e perché voglio andare), cioè devo conoscere il mio modello di business ed essere in grado di modellare i singoli processi che mi consentono di raggiungere un profitto: business process;
  • devo avere sotto controllo i dati e ogni informazione necessaria al funzionamento della mia organizzazione (cosa mi sta dicendo la mia macchina con quella spia rossa accesa), cioè devo essere in grado di individuare e dominare i flussi di informazioni, conservarli e condividere quelli utili all’interno dell’organizzazione, utilizzarli per svolgere un’analisi attuale e predittiva dello stato di salute della macchina organizzativa: business intelligence;
  • devo comprendere tenuta, robustezza, scalabilità, interoperabilità delle tecnologie che sto utilizzando nella mia organizzazione (cioè devo sapere fin dove può arrivare la mia macchina), il che equivale a dire che devo essere certo che le IT – Information Technologies che sto usando sono realmente un fattore abilitante per chi le usa e non un ostacolo al raggiungimento degli obiettivi aziendali. Nell’attuale transizione al digitale, senza questa comprensione non è possibile né innovare né competere e neppure restare sul mercato nel medio-lungo periodo: vogliamo parlare di eredità digitale d’impresa?
  • devo sapere se le risorse umane che ho a disposizione sono una soluzione e non un problema per raggiungere gli obiettivi (se chi è al volante è capace di starci) e, in caso negativo, devo essere in grado di individuare i punti di forza e di debolezza del personale che lavora in azienda, attivare i necessari controlli, svolgere le necessarie attività di formazione mirando soprattutto al coinvolgimento delle human resources nella finalità dell’impresa. 

La nostra esperienza in OMURA ci ha insegnato che i risultati che un’azienda può raggiungere, il profitto che può ottenere, dipendono sempre dal rapporto fecondo di queste quattro dimensioni:

Business process

Business intelligence

Information Technologies

Human resources

E ci ha insegnato anche che un imprenditore di successo deve essere sempre in grado di rispondere a tre semplici domande:

  • che grado di conoscenza ha la mia organizzazione di pratiche, procedure, strumenti e persone? 
  • che grado di relazione consapevole ha la mia organizzazione del contesto (clienti, contesto socio-economico, ambito culturale, ecc.) in cui opera? 
  • che livello di motivazione ha la mia organizzazione per fare quello che stiamo facendo?

Il nostro lavoro in OMURA è condurre la tua impresa a individuare le soluzioni migliori per ciascuna delle quattro dimensioni nel proprio ambito specifico di business; a raggiungere la consapevolezza organizzativa necessaria per rispondere senza incertezze alle tre domande su conoscenza, relazione, motivazione.

Il nostro lavoro in OMURA è fornirti le soluzioni organizzative, digitali (hardware e software) e gestionali per tenere sempre sotto controllo ogni aspetto del tuo business e insegnare alle tue risorse umane ad essere proattive di fronte al cambiamento.

Il nostro lavoro in OMURA è allenare la tua organizzazione perché sia capace di essere flessibile e resiliente di fronte alla inevitabile, rapida obsolescenza delle procedure attuali e delle soluzioni in uso. Allenare il tuo management a lavorare non più a compartimenti stagni, ma in una prospettiva di coworking e di apprendimento permanente. 

Allenare la tua impresa al dominio dei processi, sempre al di là dei risultati immediati.

Grazie al metodo a 4 fasi di OMURA, la transizione al digitale diventa l’esito naturale di una evoluzione complessiva dell’impresa. L’inserimento delle nuove tecnologie nei processi aziendali non sarà mai più traumatico o causa di disservizi.

Il metodo OMURA si distingue per il suo approccio non lineare che consente di muoversi lungo le fasi che lo compongono ritornando sui propri passi, aggiustando il tiro e riprendendo il flusso del processo creativo a livelli maggiormente consapevoli e approfonditi.

Le fasi del metodo Omura sono replicabili all’interno di ciascuna fase, in un procedere “a lente di ingrandimento” che consente di focalizzare sempre meglio l’aspetto della gestione aziendale da considerare, entrando e uscendo dall’analisi del singolo settore senza perdere di vista l’insieme. La reiterazione di questa procedura consente di acquisire progressivamente una maggiore consapevolezza, autonomia e padronanza dei flussi aziendali.

Questa consapevolezza, unitamente alle avanzate soluzioni tecnologiche fornite da OMURA consente di non subire la transizione al digitale ma di dominarla. Il risultato non è soltanto una maggiore efficienza della macchina aziendale ma la liberazione del potenziale creativo dell’azienda stessa e delle persone che in essa spendono un’ampia parte della loro esistenza. Con OMURA la tua azienda avrà a disposizione un digital trasformation management  ritagliato sulle proprie specifiche esigenze.

Il metodo OMURA è al tempo stesso un metodo e un approccio mentale, due componenti che uniti possono produrre risultati fortemente creativi, utili a potenziare stabilmente il tuo business.